La Rovenza incantata

Dopo la fabbricazione del castello di Montalbano, Dama Rovenza di Soria assedia Parigi per vendicare Mambrino, ucciso da Rinaldo. Rovenza, armata di un temibile martello, è stata inoltre resa invulnerabile dal mago Tuttofuoco. Il negromante Malagigi, cugino e aiutante magico di Rinaldo, dopo una memorabile sfida infernale e grazie all’intervento dell’Onnipotente, trionfa su Tuttofuoco. Rinaldo, nonostante le trame di Gano di Magonza, giunge sotto Parigi ed affronta Rovenza, che è riuscita a stordire perfino Orlando. Malagigi rivela a Rinaldo l’unico punto vulnerabile della saracena e lo scaltro paladino riesce con uno stratagemma ad ucciderla e a salvare Parigi.

 

La storia di Dama Rovenza dal martello risale a un anonimo cantare del sec. XV e confluì poi nella Storia dei Paladini di Francia di Giusto Lodico, compilazione ottocentesca che da sempre è la fonte letteraria principale di tutti i pupari.
L’episodio di Rovenza offre un utile esempio per considerare i rapporti che legano o contrappongono i principali protagonisti della Storia dei Paladini di Francia e rivela altresì il sistema di valori condiviso dal pubblico tradizionale dell’Opera dei Pupi. Nel corso dello spettacolo si avrà modo infatti di conoscere la scaltrezza del donnaiolo Rinaldo, la serietà di Orlando, l’ardore guerriero di Bradamante, la generosa abnegazione di Malagigi, contrapposti al nemico saraceno, ma più ancora all’infame slealtà di Gano di Magonza. Le serate di Rovenza erano inoltre un importantissimo banco di prova per le parlatrici catanesi e offrivano ai pupari etnei l’occasione di escogitare sempre nuove soluzioni scenotecniche.


Dama Rovenza assedia Parigi
Rinaldo uccide Dama Rovenza
Dama Rovenza dal Martello
Dama Rovenza dal Martello

Scheda tecnica

Copione elaborato da Alessandro e Fiorenzo Napoli sulla base delle antiche sceneggiature a soggetto degli opranti tradizionali.

- Genere: teatro dei pupi di stile catanese.

- Durata: 90 minuti circa.

- Fascia d'età: adulti e ragazzi dai tredici anni in su.

- Tecniche linguaggi espressivi: recitazione dal vivo, animazione nascosta.

- Struttura in scena: strutture scenografiche poste sul palco.

- Rappresentazione degli ambienti: fondali dipinti, attrezzeria e oggetti di scena.

- Musiche registrate: di repertorio.

- Esigenze tecniche: la compagnia è provvista di una struttura di palcoscenico auto portante, che consente la realizzazione dello spettacolo anche in ambienti sprovvisti di un vero e proprio palco.
- Assorbimento elettrico: 5kW.

::Necessità di oscuramento sala.
::Non è spettacolo in co-produzione.

Richiedi un preventivo