’A Valli, ovvero la morte dei paladini a Roncisvalle

La morte di Orlando e di tutti i paladini a Roncisvalle, per il vile tradimento di Gano di Magonza, veniva rappresentata secondo la tradizione catanese dell'Opera dei Pupi in sette sanguinosissime serate chiamate dai pupari A Valli.
Ancora oggi i catanesi, per indicare eventi disastrosi, usano dire abitualmente: "E' successa la valle!", molto spesso ignorando che la loro valle metaforica fa riferimento alla valle reale - di passione e di sangue per i paladini trucidati e di sofferenza e dolore per pupari e spettatori dell'Opra - che si consumava sulle tavole dei teatri di quartiere in quelle sette sere di lacrime e di sangue.

 

Perchè Astolfo, Baldovino, Oliviero, Orlando che morivano a Roncisvalle non erano pupi-personaggi di una storia immaginata rappresentata su un palcoscenico altro dal mondo degli spettatori dell'Opra. Essi erano invece persone reali e vere. Che nel corso del ciclo cavalleresco il pubblico aveva visto nascere, crescere, prendere le armi, sposarsi...
Erano persone vere, amici e compagni di strada che avevano insegnato i valori della fedeltà e della lealtà, che avevano fornito modelli ideali di comportamento ed esempi di identificazione e adesso sarebbero morti tra le gole di Roncisvalle per dare l'esempio estremo: essere fedeli ai propri valori anche oltre la morte. Era questo il messaggio che instillavano gli eroi paladini ogni sera nel pubblico dei quartieri popolari.

Portavoce di queste emozioni in questo spettacolo è il personaggio di Peppininu, la maschera tradizionale dell'Opra catanese, che mai entrava direttamente in scena nelle serate della Valle e che esprime il punto di vista del pubblico di fronte alle vicende paladinesche.

L'episodio della Valle di Roncisvalle viene rappresentato ancora oggi dalla Marionettistica dei fratelli Napoli, consegnando idealmente al pubblico dell'Opra odierno, cosi come al pubblico di una volta, la speranza in un ordine del mondo più giusto e il compito di conservare intatti i valori del Bene nella lotta contro il Male e il Tradimento trionfante.

Approfondimenti

il massacro di roncisvalle
Morte di Oliviero a Roncisvalle
orlando suona l'olifante
Orlando squilla l'Olifante

Scheda tecnica

Copione elaborato da Alessandro e Fiorenzo Napoli sulla base delle antiche sceneggiature a soggetto degli opranti tradizionali.

- Genere: teatro dei pupi di stile catanese.

- Durata: 90 minuti circa.

- Fascia d'età: adulti e ragazzi dai tredici anni in su.

- Tecniche linguaggi espressivi: recitazione dal vivo, animazione nascosta.

- Struttura in scena: strutture scenografiche poste sul palco.

- Rappresentazione degli ambienti: fondali dipinti, attrezzeria e oggetti di scena.

- Musiche registrate: composte da Giuseppe Romeo e di repertorio.

- Esigenze tecniche: la compagnia è provvista di una struttura di palcoscenico auto portante, che consente la realizzazione dello spettacolo anche in ambienti sprovvisti di un vero e proprio palco.
- Assorbimento elettrico: 5kW.

::Necessità di oscuramento sala.
::Non è spettacolo in co-produzione

Richiedi un preventivo