I pupi viventi

Questo progetto didattico-teatrale, da sviluppare insieme ad un modulo di 15-20 alunni, per l’approfondimento e studio della tradizione dell’Opera dei Pupi, nasce come spontaneo sviluppo del lavoro fatto sino ad oggi dalla famiglia Napoli nel campo della continuazione dell’Opera dei Pupi di stile catanese in ogni suo aspetto.

Link correlati
:: Contatta l'antropologo
:: Glossario
L’intensa attività svolta nelle scuole, i lusinghieri risultati ottenuti negli incontri seminariali e teatrali con ragazzi di ogni ordine e grado, ci inducono a formulare questo progetto come ideale prosecuzione del lavoro che questa famiglia di pupari, con passione, svolge da quattro generazioni.
Partendo da un’analisi retrospettiva (si è soliti, infatti, soffermare l’attenzione soltanto su due aspetti, quello finale della rappresentazione e quello del pupo visto come oggetto souvenir), esamineremo insieme altre importanti componenti: culturali, drammaturgiche, vocaliche, gestuali, scenografiche, di cui il teatro dei pupi nonostante l’inesatta collocazione folkloristica, necessita come antica forma di teatro di rito.

Si studierà il fenomeno dell’ Opera dei Pupi in Sicilia, cercando di evidenziarne gli aspetti socio-culturali più importanti: lotta del Bene contro il Male, sentimento religioso, rispetto delle regole cavalleresche, evolutosi in un codice morale tutto siciliano, così utilizzato dagli antichi spettatori dell’ Opera dei Pupi. I tradizionali codici vocali e gestuali dell’Opera dei Pupi, saranno sperimentati dagli allievi attraverso la riproposta dell’antica esperienza dei “Pupi viventi”, ideata dai Crimi e dai Grasso alla fine dell’ottocento. Gli allievi vestiranno le armature e i costumi dei pupi e reciteranno alla loro maniera in un grande boccascena appositamente allestito con i materiali storici custoditi dalla Marionettistica dei fratelli Napoli.

Scheda tecnica

Fascia di età: dai 9 agli 11 anni.

Nota: per la fascia di età dai 5 ai 7 anni,
'I Pupi Viventi, cunti e canti' (drammatizzazione, costruzione delle armature per il saggio finale, intermezzi con cunti e canti).

Durata: 2 mesi (40 ore tot.)

Incontri: 2 a settimana (4 ore tot)

Numero operatori: da 2 a 4

Fasi laboratoriali

Fase 1: Conoscenza del fenomeno dell’Opera dei Pupi,
in particolare a Catania

Obiettivi:
- Apprendimento degli aspetti socio-culturali mediati
dall’ Opera dei Pupi.
- Acquisizione dei codici vocali e gestuali

Descrizione:
- Studio, esame e pratica delle tecniche di drammatizzazione dell'Opera dei Pupi



tecniche di drammatizzazione

Fase 2: Il copione da rappresentare

Obiettivi:

- Verifica dell’espressività attraverso la recitazione e il movimento

Descrizione:
- Produzione dell’ evento teatrale


Produzione evento teatrale

Laboratorio Pupi viventi