Laboratorio di “lavorazione dei metalli”

La proposta in oggetto, rappresenta un’ interessante percorso teorico-pratico relativo ad una forma di artigianato unica nel suo genere : “Lavorazione etrusca dei metalli” rivolta alla produzione di originali monili in lamina di alpacca, rame e ottone. La singolarità di tale forma di artigianato artistico, è determinata dall’utilizzo di antiche tecniche di lavorazione etrusca abbinate ad elementi di arte orafa, tutt’oggi applicate dalla famiglia Napoli, unici depositari nella realizzazione di autentici pupi da teatro.

Link correlati
:: Contatta l'antropologo
:: Glossario


Scheda tecnica

Fascia di eta': da 8 anni in su.

Durata: 10 settimane (40 ore tot.)

Incontri: 2 a settimana (4 ore tot)

Numero operatori: 1 esperto + 1 assistente

Fasi laboratoriali

Fase 1: Analisi dei metalli

Descrizione:
Acquisire le conoscenze tecniche per individuare le caratteristiche e le differenze tra i vari metalli come i colori e la consistenza che li caratterizza.

Fase 2: I piani di lavorazione

Descrizione: Lavorazione su piombo, pece, legno, alluminio.

Fase 3: L’ attrezzo base

Descrizione: “Il martello” - i vari tipi ed i suoi usi specifici.

Fase 4: Ceselli e “ Puntiddi

Descrizione: Ideazione, creazione, ed uso di questi antichi attrezzi.

Fase 5: I modelli

Descrizione: Studio, progettazione e realizzazione su cartoncino di sagome quali: bracciali, ciondoli orecchini, collane, medaglioni.

Fase 6: La tracciatura, il taglio e la rifinitura dei bordi

Descrizione: - Come tracciare su lamine metalliche
- Uso delle cesoie per il taglio
- Abradere e rifinire un bordo


Fase 7: Lo sbalzo e la coppatura

Descrizione: Antiche tecniche di bassorilievo su lamine
di ottone, rame, alpacca.


Fase 8: La saldatura

Descrizione: Unione di due o più parti in metallo. Utilizzo di prodotti, leghe eutensili per saldare.

Fase 9: La lucidatura

Descrizione: Le sue varie fasi; le spazzole e i prodotti dautilizzare.


Fase 10: Mostra dei monili realizzati

Descrizione: momento di interscambio culturale tra gli allievi e i fruitori della mostra.